15l48fo2pq 7t00f1u63e coro

Questa Sala conserva elementi della nuova recinzione marmorea del presbiterio o ‘coro’ del Duomo commissionata da Cosimo I de’ Medici a Baccio Bandinelli nel 1547 e ultimata nel 1572: il primo di una serie di interventi intesi ad ammodernare Santa Maria del Fiore secondo il coevo gusto manieristico. Un modello in scala 1:25 suggerisce l’originale ricchezza della struttura bandinelliana, semplificata nell’Ottocento, e la pianta della sala ricorda il riuso da parte del Bandinelli della forma d’ottagono che già Filippo Brunelleschi aveva dato al coro nel 1436.

Gli ottantasei rilievi che Bandinelli e i suoi collaboratori realizzarono per il coro, ventiquattro dei quali sono esposti qui, rappresentano personaggi maschili vestiti all’antica o nudi. D’identità incerta, questi – come le figure dipinte da Michelangelo quarant’anni prima sulla volta della Sistina - probabilmente rappresentano patriarchi e profeti d’Israele insieme a eroi greco-romani. Il senso delle sculture del coro fu completato dall’affresco eseguito nell’intradosso della Cupola tra il 1572 e il 1579: il gigantesco Giudizio universale del Vasari e di Federico Zuccari di cui alcuni particolari vengono proiettati sopra il modello. L’autore del coro, Baccio Bandinelli, morì nel 1560 senza vedere ultimata questa sua opera maggiore; l’autoritratto da lui inserito nell’altare a mo’ di firma è esposto qui.

In teche sopra i rilievi, poi, vesti liturgiche dei secoli XVI, XVII e XVIII ricordano che i fedeli presenti per la Messa in Duomo vedono, oltre i personaggi scolpiti sul parapetto del coro, il clero magnificamente parato. Nella liturgia infatti tutte le arti interagiscono: architettura, scultura, pittura, l’arte tessile e quella orafa, con la poesia, la musica, il canto e la coreografia rituale. 


Orario di apertura

Gli orari di ingresso ai monumenti possono in qualunque momento subire variazioni in ragione di eventi straordinari. Il Museo rimarrà chiuso il primo martedì di ogni mese.

Biglietto online
Accedi con un unico biglietto a tutti i monumenti
Ticket

L'accesso ai monumenti è consentito entro le 48 ore dal momento di accesso al primo monumento. Con lo stesso biglietto non si può accedere due volte allo stesso monumento.

La prenotazione per la Cupola di Brunelleschi è obbligatoria. Il servizio è gratuito.